Il Sentiero della Bonifica

Pedalare nel cuore della civiltà etrusca lungo il Canale Maestro della Chiana è un viaggio nel tempo dove gli ingegneri idraulici del Granduca Leopoldo di Toscana furono artefici di un'imponente opera di bonifica che trasformò la Val di Chiana in un importante centro agricolo.

In antichità il fiume Clanis confluiva, tramite il fiume Paglia, nel Tevere scorrendo verso sud; intorno all'XI secolo a causa di lenti movimenti tettonici la Val di Chiana cominciò a impaludarsi perchè il fiume Clanis non riusciva a defluire regolarmente verso il Tevere.
L'intervento iniziale dei Medici e successivamente degli Asburgo - Lorena divenuti Granduchi di Toscana iniziò il processo di bonifica e di trasformazione della valle.
L'opera di bonifica del territorio ha visto coinvolti ingegneri, matematici, idraulici, cartografi, agronomi e architetti. Tra tutti spiccano i nomi di Leonardo da Vinci e l'aretino Vittorio Fossombroni.

Con la realizzazione del Canale Maestro, il corso dell'acqua ha cambiato direzione e procede verso nord per confluire nell'Arno rendendo la Val di Chiana dopo secoli di palude, è una tra le valli più fertili della nostra penisola.
L'antica strada utilizzata per la manutenzione del canale e delle chiuse è ora un sentiero di 62 km che unisce Arezzo a Chiusi ideale per chi viaggia lentamente, in bici o a piedi; un tracciato naturale privo di dislivelli e particolarmente adatto ad un turismo sportivo familiare.
Il tempo è la chiave di lettura di questo sentiero, un viaggio in un passato lontano e misterioso nel segno della civiltà etrusca.

Si viaggia in un presente tutto da scoprire sulle tracce di un affascinante passato lungo un percorso che inizia a Chiusi nel labirinto di Porsenna, il re etrusco che osò sfidare Roma sconfiggendola, fino alla Chimera di Arezzo, celebre bronzo del IV scolo a.C..
I laghi di Chiusi e Montepulciano, ricchi di flora e fauna, censiti dal C.N.R. come importanti biotopi rappresentano un oasi di grande interesse per appassionati di birdwatching.
Oltre ai laghi è possibile scorgere frutteti, numerose vigne per la produzione di importanti vini e oliveti.
Se il tempo ve lo permette con brevi deviazioni dal percorso principale è possibile visitare città d'arte come Montepulciano e Chiusi, Arezzo, Castiglion Fiorentino e Cortona.

Legenda punti d'Interesse



19 - La Chiusa dei Monaci

18 - Ponte e Porto alla Nave

17 - Ponti d'Arezzo

16 - I Manufatti di Immissione


15 - Case di Terra

14 - Fattoria di Font'a Ronco

13 - Casello Idraulico di Frassineto

12 - Fattoria di Frassineto


11 - Allacciate dei Rii Castiglionesi

10 - La fattoria del Pozzo

9 - Colmata di Brolio

8 - Ponti in Ferro di Tipo Zorès


7 - Botte al Pozzo

6 - Il Torrione

5 - Il Casello di Valiano

4 - Il Lago di Montepulciano


3 - Lago di Chiusi

2 - Le Torri di Beccati Questo e Beccati Quello

1 - L'Argine di Separazione