Notizie

SentieroDellaBonifica.com

Notizie

Notizie

Notizie, approfondimenti e novità dal mondo delle due ruote.

04/06/2020 - Fonte Notizia: FIAB Onlus

#PRIMALABICI: la nuova campagna FIAB per la Fase 2

Con l’avvicinarsi della cosiddetta Fase 2 e del graduale ritorno a una nuova normalità, il tema della mobilità urbana e degli spostamenti in sicurezza è, da settimane, al centro del dibattito. FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, la principale realtà associativa di ciclisti non sportivi, è tra i più attivi sostenitori dello sviluppo di una mobilità ciclabile e sostenibile. La bicicletta - sempre, ma ancor più in questo periodo - è sicuramente uno dei mezzi in grado di garantire il distanziamento sociale (in primis per gli spostamenti in città), è una valida alternativa al trasporto pubblico che funzionerà inizialmente a “scartamento ridotto” nonché, come indicato anche dall’OMS, un’attività raccomandata per mantenerci in buona salute.

#PRIMALABICI è l’hashtag scelto da FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta nella nuova campagna per promuovere attivamente l’uso delle due ruote in tutti gli spostamenti urbani.

Continua
04/06/2020 - Fonte Notizia: FIAB Onlus

Fase 2 (ruote): più biciclette per proteggere la salute di tutti

La crisi sanitaria che sta coinvolgendo il mondo intero ha messo a nudo le vulnerabilità del modello di sviluppo che abbiamo fino a qui seguito. La crescita -economica- infinita; il consumo smodato di energie, di risorse e di ecosistemi; il “tutto e subito”; sono paradigmi che in questi giorni stanno mostrando i loro limiti e stanno mostrando a ogni singolo essere umano quanto siamo tutti interconnessi e quanto le scelte di ognuno ricadano poi su tutti quanti.

“Il re è nudo!” lo ha urlato non un bambino, ma la Covid-19, e ce lo sta dimostrando, purtroppo, in una maniera terribile e dolorosa.

Fare tesoro degli insegnamenti che questa drammatica situazione ci sta impartendo non solo è doveroso per rispetto a chi sta sacrificando il suo tempo, i suoi soldi, finanche la sua vita; ma è anche vitale per ripartire, una volta passata la crisi, con un nuovo modello di sviluppo. Le scelte che possiamo prendere per migliorare il nostro modello di vita, sia come singoli sia come collettività, non mancano. In ogni settore delle attività produttive, in ogni aspetto delle nostre vite quotidiane, sono presenti in grande quantità margini di miglioramento sociale, ecologico e anche economico.

Continua
04/06/2020 - Fonte Notizia: FIAB Onlus

Festa della Liberazione: FIAB celebra il 25 aprile con un video

Sarà un 25 aprile diverso da tutti gli altri. Sabato, quando ricorrerà il 75esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo, staremo ancora tutti a casa per il bene della comunità. Purtroppo non potremo festeggiare questa ricorrenza con la nostra tradizionale pedalata culturale e storica "Resistere, Pedalare, Resistere", ma FIAB ha voluto comunque dare un contributo. Ecco un video con i ricordi più belli dei tanti 25 aprile passati insieme in tutta Italia.

Continua
04/06/2020 - Fonte Notizia: FIAB Onlus

Giornata della Terra: non c'è salute senza tutela dell'ambiente

Ricorre oggi la cinquantesima Giornata della Terra, in un momento difficile per tutti noi. I critici diranno che sostenibilità e mobilità ciclistica non sono più tematiche di cui discutere, come se il green fosse diventato improvvisamente un lusso. In realtà FIAB ha dimostrato quanto salute e ambiente siano da sempre legati. «Non é possibile restare sani in un mondo malato - ha dichiarato Alessandro Tursi, Presidente della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta - FIAB da 30 anni si batte per salvaguardare salute e ambiente attraverso uno stile di vita migliore e responsabile, che fa del bene alla collettività come al singolo. Vogliamo ricordarlo in questa cinquantesima Giornata Mondiale della Terra, in un momento storico in cui, fisicamente separati, ci sentiamo tutti più che mai legati da un unico destino, su un unico pianeta».

Continua
04/06/2020 - Fonte Notizia: FIAB Onlus

Pedali Uniti d'Italia: la campagna FIAB per la Fase 2 del turismo

Pedali Uniti d’Italia è la campagna lanciata dalla Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta per rispondere alla crisi che il settore del turismo sta affrontando e affronterà nei prossimi mesi a seguito della pandemia. L’obiettivo è raccogliere il maggior numero di sottoscrizioni tra cittadini, aziende, associazioni e alberghi. «Questa estate e le stagioni a venire – si legge nel testo ufficiale dell’iniziativa - saranno eccezionalmente difficili per il settore turistico: si stima un calo del 50% delle presenze, perché non potremo contare sul solito afflusso di turisti stranieri. Probabilmente anche noi non potremo varcare i confini nazionali, e saremo costretti a rimandare molti viaggi». Si può sottoscrivere la campagna compilando il form online.

Da trent’anni FIAB sostiene e diffonde il cicloturismo. Dopo il lockdown tutti i nostri Biciviaggi e escursioni sono stati annullati, ma il lavoro della Federazione non si è mai arrestato per far sì che l’Italia continuasse la sua trasformazione bike friendly. «In questo periodo di stop, ci siamo interrogati su quale contributo potessimo dare per aiutare chi si trova in difficoltà a causa degli interventi anti-coronavirus, consapevoli che la bicicletta è spesso la soluzione a svariati problemi». Come dimostra la lunga serie di annunci sulle ciclabili d’emergenza che, pian piano, cominciano a vedersi in alcune città italiane come Milano.

Continua
01/06/2020 - Fonte Notizia: FIAB Onlus

Bonus bici, case avanzate e corsie ciclabili: il giudizio FIAB sull'articolo 205 del Decreto Rilancio

Un passo avanti, ma altri ancora ne serviranno. Benissimo il bonus bici da 500 euro – con una copertura massima del 60% sul costo del mezzo che si scegli di comprare – previsto dall’articolo 205 del Decreto Rilancio varato dal Consiglio dei Ministri, dove si fa esplicito riferimento all’obiettivo di «ridurre le emissioni climalteranti», ovvero quell’inquinamento che rischia di tornare ad avvelenare l’aria delle nostre città. Da sempre favorevole ad incentivi per la mobilità ciclistica, FIAB è convinta che si possa fare ancora meglio e superare il limite di chi potrà accedere a questo bonus, ovvero soltanto i residenti maggiorenni di capoluoghi di Regione, città metropolitane e capoluoghi di Provincia e comuni con oltre 50mila abitanti. La Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta auspica che questo sia soltanto un inizio per non tagliare fuori i pendolari dei piccoli centri, quelli che forse più di tutti hanno realmente bisogno di un’alternativa all’automobile. L'altro grande tema è quello delle corsie ciclabili, un primo importante cambiamento per il nostro Codice della Strada.

Continua
01/06/2020 - Fonte Notizia: FIAB Onlus

Come incentivare il bike to work? Ecco il Decalogo FIAB per le aziende

Nell’ambito della campagna #PRIMALABICI lanciata da FIAB per promuove l’uso della bicicletta negli spostamenti quotidiani come mezzo sicuro e sostenibile per se stessi e gli altri, la Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta mette a disposizione delle aziende un Decalogo con utili indicazioni per rendere i luoghi di lavoro bike-friendly così da incentivare il bike-to-work tra i lavoratori.

L’iniziativa, rivolta a tutte le aziende pubbliche e private di ogni dimensione, è supportata dall’immagine aggiornata della campagna CASA-LAVORO, PRIMA LA BICI! Attraverso il Decalogo per aziende bike-friendly (che trovate in allegato in fondo all'articolo), FIAB fornisce in modo chiaro e sintetico indicazioni pratiche per aziende di ogni dimensione. Cosa serve a chi sceglie di andare al lavoro in bici? Parcheggiare in sicurezza e potersi cambiare. Ma occorre anche motivare con adeguata comunicazione e incentivi mirati.

Continua
01/06/2020 - Fonte Notizia: FIAB Onlus

Le Nazioni Unite guardano le biciclette come guida al "recupero verde" post-COVID-19

Le biciclette possono essere una soluzione alle sfide del recupero post-COVID-19? I paesi membri delle Nazioni Unite hanno recentemente creato una task force per approfondire la questione e discutere i modi per rendere la mobilità post-COVID-19 più compatibile con l'ambiente, rispettosa della salute e sostenibile. Poiché molti paesi in Europa e altrove stanno iniziando a rimuovere le restrizioni dovute alla pandemia, la Commissione economica per l'Europa delle Nazioni Unite (UNECE) vede un'opportunità e un obbligo per il settore dei trasporti nel ripartiere in modo da favorire un sistema più efficiente e più verde. L'UNECE afferma che una "nuova normalità" deve essere sviluppata per sostituire il "come si è sempre fatto". Secondo la Commissione, durante il blocco dovuto all'emergenza, gli abitanti delle città hanno goduto del cielo azzurro grazie all'aria più pulita e hanno iniziato a sentire gli uccelli cantare mentre il rumore diminuiva. I livelli di inquinamento a Barcellona sono scesi di circa il 62% e situazioni simili sono state osservate in altre grandi città europee come Milano, Londra e Parigi.

Continua
01/06/2020 - Fonte Notizia: FIAB Onlus

Strade scolastiche e doppio senso ciclabile: 2 proposte (a costo zero) per migliorare il Decreto Rilancio

La Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta è tra le tante realtà bike friendly e ambientaliste che hanno inviato un lettera al Governo, al Parlamento e ai Comuni per intervenire, in fase di conversione in legge, sull'articolo 229 del Decreto Rilancio varato poche giorni fa dal Governo. Oltre al bonus mobilità e alle case avanzate, su cui FIAB si è già espressa a favore attraverso le parole del Presidente Alessandro Tursi, ci sono due misure assenti dalla manovra che dovrebbero essere inserite se i piani dell'esecutivo restano quelli di migliorare la ciclabilità nelle città italiane: il doppio senso ciclabile e le strade scolastiche. Da anni FIAB si batte per un intervento concreto sul Codice della Strada per rendere più fluida la mobilità ciclistica e sicuri gli spazi pubblici fuori dagli istituti. In più le associazioni hanno richiesto un aumento da 20 a 200 milioni di euro per il fondo istituito dal Decreto Clima «per finanziare progetti di corsie preferenziali e ora esteso anche a piste ciclabili, e che sia aperto a tutti i Comuni ai quali si applica il “bonus mobilità” per l’anno 2020».

Continua
18/05/2020 - Fonte Notizia: FIAB Onlus

Ciclabilità: tutto quello che non vi dicono. In pillole video su Facebook e Youtube

Cosa vi raccontano sempre sulla ciclabilità? Questo non si può fare, questo non esiste. Tutte Fake News, insomma. Invece molto “si può fare” e a testimoniarlo ci sono molte esperienze italiane ed estere. E FIAB, che da decenni è centro di competenza, vi spiega bene come si fa. A migliorare le nostre città, ad incentivare e tutelare pedonalità e ciclabilità, a moderare il traffico e rendere le nostre strade più sicure per tutti.

Per spiegarvelo in modo semplice ed immediato, da domenica 3 maggio i tecnici della FIAB sono usciti dalla loro “torre d’avorio” per fare un po’ di semplice divulgazione sul web. Stiamo scherzando, ovviamente, per attirare la vostra attenzione. I nostri tecnici di divulgazione ne hanno sempre fatta anche se normalmente sono impegnati in progettazioni, in conferenze e pubblicazioni specialistiche, in corsi per progettisti e publiche amministrazioni.

Continua
20/04/2020 - Fonte Notizia: FIAB Onlus

Coronavirus | Come sarà il "dopo"? I punti da cui ricominciare

“Nulla sarà come prima”: sono in molti a pensarlo in questo periodo di quarantena, e anche noi della FIAB stiamo ragionando su quello che avverrà dopo questa drammatica emergenza sanitaria. Ovviamente ci limitiamo ai temi di cui ci occupiamo, cioè la mobilità ciclistica, che però, a ben guardare, ha molto a che fare su come potrà essere il nostro vissuto quotidiano domani. Oggi guardiamo con una certa malinconia immagini di città desolate: luoghi di una bellezza spettrale ed inquietante che spesso sono riconquistate dalla natura che spunta con prepotenza dai sanpietrini delle piazze o ripopolate da animali che fino a ieri non sapevamo neanche esistessero a pochi metri da casa.

Ci sono anche aspetti positivi, come una rinnovata qualità dell’aria o il ritorno di acque limpide lungo le coste delle città. Insomma, là fuori c’è una città che ci mostra un volto diverso che ha anche dei tratti interessanti di cui dovremmo tener conto quando torneremo a ripopolare strade e piazze. Vogliamo quindi cercare di ragionare per capire come ricominciare recuperando questi elementi positivi per iniziare una nuova quotidianità fatta di lavoro, incontro, studio, tempo libero, vacanza e molto altro che sappia fare tesoro di ciò che ci è più mancato in questi mesi di forzata quarantena.

Continua
20/04/2020 - Fonte Notizia: FIAB Onlus

Emergenza Coronavirus | Il grande cuore della FIAB

Cari amici,
la drammatica emergenza sanitaria che stiamo vivendo ci impone di fare grandi sacrifici, ancora più dolorosi per un’associazione che fa della socialità e dello spirito di gruppo un dei suoi elementi fondanti. Dobbiamo continuare a fare la nostra parte, adeguandoci, come ognuno di noi sta facendo da molti giorni, a quanto ci viene imposto dalle autorità governative e dalle indicazioni di medici ed esperti per limitare il diffondersi dell’epidemia.

Ma la Fiab sta facendo di più.

Moltissime associazioni, sparse per tutto il Paese, hanno promosso raccolte di fondi per donazioni in danaro o per l’acquisto di materiali sanitario e dispositivi di protezione da donare agli ospedali, alla protezione civile, alle società di soccorso, alle associazioni che operano sul territorio per l’emergenza Covid 19. Avrei voluto fare l’elenco delle numerose testimonianze che mi sono arrivate su quanto si sta facendo in italia in nome della Fiab, ma sono decine e decine e l’elenco sarebbe troppo lungo. Ne cito due, per tutte: l’attività della Fiab di Cremona, una città in grande sofferenza – come tutta la Lombardia – per la diffusione del virus e il grande numero di ricoveri, ma che è riuscita da sola ad acquistare una gran quantità di materiale e dispositivi medici di protezione, per un importo di 4.000 euro, frutto del contributo personale dei soci che hanno rinunciato a parte del rimborso per i biciviaggi annullati. E ancora la Fiab di Alessandria, che contribuisce con i suoi volontari alla consegna in bicicletta di viveri e medicinali a chi non può uscire di casa.

Continua
  • 1